sabato 14 aprile 2018

recensione WONDER - R. J. Palacio


Titolo: Wonder
Autore: R. J. Palacio
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa per bambini e Ragazzi
Link D'Acquisto: clicca qui

"Wonder", appartenente alla categoria "bambini e ragazzi", ma che tutti dovrebbero leggere.
Un libro che vi porterà inevitabilmente a riflettere, perché affronta tanti temi importanti, e lo fa con una delicatezza unica.
Un libro che mi sta particolarmente a cuore, nel quale mi rispecchio; anche se non è paragonabile alla vita di Auggie, molto spesso, mi sono sentita anche io come lui.

Questo è uno di quei libri che si leggono tutto d'un fiato. Uno di quei libri che ti entrano nel cuore. Uno di quei libri che vi farà pensare, pensare e pensare.
Durante la lettura, spesso vi ritroverete a dire "cavolo!", perché leggerete cose che avete sempre dato per scontato, oppure alla quale non ci avete fatto caso, ed invece c'è qualcuno che vi presta attenzione.
Per chi non conoscesse la trama di questo libro, vi basterà sapere che Auggie è un bambino nato con una malformazione facciale. Ha la fortuna di avere una famiglia presente e premurosa. Per anni a preso lezioni a casa dalla madre, per paura di andare a scuola ed affrontare i bambini, che purtroppo, molto spesso sono cattivi.
All'inizio della prima media però, decidono di superare questo timore, e far fare questa esperienza ad Auggie, come un bambino qualsiasi, ricordandogli quella normalità di cui, in un modo o in un altro, fa parte anche lui. Ma cosa succederà? Come si comporteranno i suoi compagni?

Una cosa che ho particolarmente apprezzato in questo libro, a parte all'emozionante storia di Auggie, è il modo in cui la scrittrice affronta dei temi così importanti. Dalla diversità (ma chi dice cos'è diverso e cosa non lo è?), al bullismo; dal "senso di abbandono" di una sorella, quando le attenzioni dei genitori sono solo per quel suo dolce fratellino, alla comprensione di tutto questo; dalla paura, alla forza, al coraggio; dalla voglia di essere se stessi, alla bellezza dell'unicità.

Auggie è un bambino forte e coraggioso, che ha imparato a gestire "quegli sguardi tutti uguali", ma a volte, non è facile. I suoi punti di forza, sono la sua intelligenza e la perseveranza.
Anche quando sembra che tutto stia andando per il verso sbagliato, anche quando penserai di mollare tutto e tornare indietro, Auggie ti insegnerà a continuare a camminare, per raggiungere il tuo obiettivo. Non sarà facile, perché la strada sarà ripida e tortuosa, ma basta avere accanto le persone giuste, e tutto andrà per il meglio.

Una storia commuovente, che vi aprirà la mente, e non lascerà che al termine di questa lettura, continuiate ad essere quelli di prima.
Quindi se posso darvi un consiglio: trovate qualche minuto per dedicare del tempo a questo romanzo; trovate qualche minuto per lasciarvi accompagnare da Auggie nel suo mondo, mano nella mano con lui, potendo così capire a pieno le sue emozioni; trovate qualche minuto per riflettere, perché a volte, uno sguardo può ferire più di mille parole.


Ho anche volto vedere il film, per pura curiosità.
Generalmente, quando un libro mi è piaciuto così tanto, il film non ne è all'altezza.
Questo invece, è uno dei pochi casi in cui, son convinta di aver fatto bene a guardarlo.
Tutte le emozioni provate del libro, le ho rivissute con il film.
La storia non è stata stravolta, e molti dialoghi sono uguali al libro.
Gli attori sono indubbiamente fantastici, ed alcune scene, vi costringeranno a prendere i fazzoletti.
Perché anche se all' inizio vorrete fare i duri, quelli del "io non piango mai", sappiate che questa volta, dovrete arrendervi. Dovrete arrendervi alla vostra "reputazione da duri", dovrete arrendervi ai vostri sentimenti, dovrete arrendervi davanti a questo capolavoro.










sabato 7 aprile 2018

recensione HO CERCATO IL TUO NOME - Nicholas Sparks


Titolo: Ho cercato il tuo nome
Autore: Nicholas Sparks
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Romanzo rosa
Link D'Acquisto: clicca qui

Come al solito, Sparks non si smentisce mai.
Questa a mio parere, è una delle sue storie più belle, più emozionanti.
Logan è un marine in missione in Iraq.
Trova nella sabbia la fotografia di una ragazza, e la prende con se, come fosse un segno del  destino.
Quando alcuni dei suoi amici muoiono e lui è uno dei pochi ad essere sopravvissuto, i sensi di colpa iniziano ad instaurarsi nella sua mente: "avrei potuto fare di più per loro", "perché loro sono morti, ed io sono ancora vivo?".
Tante domande affiorano in lui, e ad alcune risponde, convincendosi che sia proprio quella fotografia a portargli fortuna. 

Obiettivamente: quanti di noi ci affidiamo, anche involontariamente, a queste cose?
Se potessi guardarvi mentre rispondete a questa domanda, penso che la maggior parte di voi stiano annuendo.
Quindi come biasimare questo ragazzo, distrutto dalla guerra, che cerca sollievo in questa foto?
Così, decide di cercarla, perché sente di avere un debito con lei.
Ma la domanda principale è: se quella foto era nella sabbia dell'Iraq, chi l'avrà persa?

Logan, in viaggio con il suo fedele cane, riesce a trovare la ragazza della foto che per tanti mesi gli ha fatto involontariamente compagnia.
Il suo nome è Elizabeth, vive con sua nonna, ha un figlio di 10 anni, ed un ex marito un po particolare.
Direi che con questi personaggi, vi è un quadro perfetto per prospettare una vicenda ricca di colpi di scena. Siete d'accordo con me?
Comunque, pareri a parte, tra Logan ed Elizabeth, l'attrazione è immediata.
La loro vita cambierà molto, c'è chi riuscirà a dare nuovamente fiducia a qualcuno, e chi capirà che ha finalmente trovato ciò di cui avere bisogno, ma ci sarà anche qualcuno spiacevole di questa "novità".
E non solo! Perché un'altra minaccia potrà compromettere il loro rapporto, e purtroppo, non è causa di terzi: perché è colpa di Logan se non hai mai avuto il coraggio di dire la verità ad Elizabeth; è colpa di Logan se le ha nascosto la fotografia; ma è colpa di Logan, se tutto questo, l'ha fatto solo per paura?

Non è una novità che io apprezzi lo stile di Nicholas Sparks.
Con la sua scrittura semplice e lineare, riesce a travolgermi nelle sue storie.
Riesce a farmi immaginare i personaggi dei suoi libri, proprio lì accanto a me, mentre sto leggendo.
Riesce a farmi affezionare a loro.
Riesce a darmi quella sensazione strana, come se li conoscessi sempre.
Ma soprattutto, alla fine del libro, riesce a lasciarmi quel senso di vuoto, che poche volte ho provato.
Quel senso di vuoto perché è tutto finito, perché quei personaggi non mi faranno più compagnia, perché le sue storie sono così belle, che non smetterei mai di leggerle.

Quindi, sognatrici a rapporto: pronte per una love story intrigante e sorprendente?
Pronte per innamorarvi di Logan? Pronte con i fazzoletti?
E se la risposta a tutte queste domande è affermativa, aprite questo libro, ed iniziate a leggerlo!

Ps: anche se avete risposto negativamente alle domande precedenti, non fa niente.
Leggete lo stesso questo libro, sono certa che non ve ne pentirete! 😉




















recensione COME CHI SI AGGRAPPA AL FILO DEI RICORDI - Sara Masvar

Titolo: Come chi si aggrappa al filo dei ricordi Autore:  Sara Masvar Genere:  Romance Link D'Acquisto:  clicca qui Come ch...