domenica 31 maggio 2020

recensione LA CITTA' DEL VIZIO - Angela Bevilacqua


Titolo: La città del vizio
Autore: Angela Bevilacqua
Genere: Fantasy
Link D'Acquisto: clicca qui

La torta sbriciolata prende il nome dal modo particolare in cui viene fatta, che la rende friabile e appunto sbriciolosa mentre la si mangia. 
Un boccone per assaporare tutti gli ingredienti, ma anche per perdere qualche briciola sul tavolo, così come ne LA CITTA' DEL VIZIO, c'è qualcosa che si somiglia.
C'è la vita di Elia, che si è sbriciolata morso dopo morso, e lui ha dimenticato di prendere quelle briciole per ricomporle sul pezzo di torta. Così anche nella vita di Lucio e Adina, qualche briciola è stata persa per strada. 


C'è una cosa strana però, una cosa sconosciuta a molti, una città dove non ci sono limiti, dove ognuno può soddisfare i propri vizi nel modo più estremo. Una città che solo pochi possono vedere, solo pochi possono vivere, ovvero coloro che decideranno di inseguire i propri Peccati Capitali. Questa è la Città del Vizio. 
Ma c'è qualcosa che ancora non loro non sanno, un segreto nascosto dalla città. 
L'incontro con tre donne, Fede, Speranza e Carità, cambierà però la ricetta creata su misura sui nostri tre protagonisti, e forse così riusciranno a raccogliere le briciole della loro vita, ad assaporarle una ad una e a riscoprire il gusto che solo quei pezzetti possono dare.

Un modo insolito, diretto ed efficacie è quello che, a mio parere, ha usato Angela Bevilacqua per scrivere questa storia. La personificazione dei peccati capitali l'ho trovata una genialata, quanto la scelta dei protagonisti quali Elia, Lucio e Adina. 
Allontanando per un attimo i nomi dati a tutti i personaggi, sarà possibile eliminare la parte surreale del romanzo e ritrovarsi in qualcosa di concreto e contemporaneo. Sarà possibile vedere la debolezza dell'uomo, la sua incapacità a lottare, ma anche la sua voglia di farcela, di avere una rivincita, di saper usare nel modo corretto il proprio libero arbitrio. Perché l'uomo non è debole, non è incapace a lottare, solo che a volte lo crede. A volte, come l'autrice stessa scrive nel libro: "il dolore ci consuma, ci rende vulnerabili, il rimorso ci porta ad odiare noi stessi, il senso di colpa non ci permette di vivere."

Una storia profonda e dolorosa, raccontata guardando in faccia le nostre paure, per ricordarci che dobbiamo sempre averle accanto e mai alle spalle, perché se lasciate sole, potrebbero colpirci.
Non preoccupatevi di cercare di indovinare il finale della storia, ma lasciatevi guidare dai suoi protagonisti all'interno di questa città dove tutto è possibile. 


lunedì 18 maggio 2020

recensione LA QUERCIA - Sunny Valerio


Titolo: La quercia
Autore: Sunny Valerio
Genere: Romanzo/Thriller
Link D'Acquisto: clicca qui

Ve lo presento così: una grande villa disabitata, una quercia che la protegge da quattrocento anni, una respiro senza volto né corpo. 
Che ne pensate? Io lo trovo intrigante già così. Sarà che amo le case antiche, buie, con infinite storie da raccontare; sarà che adoro la metafora della quercia; o sarà che la copertina è strepitosa? Chissà!
In ogni caso, se non siete ancora convinti, avrei due paroline da dirvi.

Dopo la morte prematura dei genitori, è la zia Clara a prendersi cura della piccola Dafne, a farle da madre, da padre e da zia. E' lei che la cresce, che la vede fare i primi passi, che la vede andare via da quella casa perché nonostante così enorme, le stava troppo stretta.
 Un legame indissolubile, in tutti i sensi. Ma anche un legame particolare, silenzioso, ricco di parole non dette e abbracci negati. Un legame che è tutto e niente, che è luce e ombra, che è caldo e freddo.

Quando anche zia Clara verrà a mancare, a Dafne non resta più nessuno, solo una cosa: la Quercia. Quella villa di famiglia che le sembra ancora più cupa adesso, più vuota e silenziosa senza la zia, più grande e dispersiva. Ma cos'aveva di così importante da tramandarla di generazione in generazione? Cos'è che l'ha sempre resa così ipnotica?
Dafne decide di prendersi del tempo, di staccarsi dalla sua quotidianità, di ritornare lì dove tutto ebbe inizio e di cercare di capire.

Non è un caso che la protagonista sia proprio una donna, e se state pensando si tratti di un banale cliché siete sulla strada sbagliata, perché la realtà è solo una: "a tutte le donne che nella loro fragilità trovano sempre forza". 
E' a loro che Sunny Valerio dedica il suo libro. Alle donne fragili, indecise, forti.
A quelle donne che corrono verso ciò che più amano, sanno che potranno inciampare e cadere, e spesso succederà. A volte riusciranno al alzarsi e riprendere da dove hanno interrotto, altre volte dovranno prendersi una pausa oppure curarsi le sbucciature. Altre ancora dovranno fare qualche passo indietro per guardare in faccia quella pietra che le ha fatte rotolare sull'asfalto e superarla con fierezza.
Un po' come fa la nostra Dafne nel libro, inconsapevolmente costretta a tornare sui suoi passi (o meglio: su quelli della sua famiglia), per poter guardare quella Quercia dalla giusta prospettica e capire qual è il punto esatto per ammirarne la bellezza.

Una storia senza tempo, nel quale presente e passato si intrecciano perfettamente.
Una storia insolita, nel quale immaginazione e realtà camminano a braccetto.
Una storia angosciante, che racconta di segreti, stalking e violenza con una penna decisa, una mano ferma e una lucidità tangibile.
La cosa che mi incuriosisce nel 90% dei libri che leggo è pensare come mai l'autore decida di raccontare proprio quel tipo di storia, come mai ha scelto un genere piuttosto che un altro, un tema particolare o un dettaglio fondamentale. Come mai?
Così, la curiosità presente praticamente in ogni pagina di questo libro, mi ha spinto a fare a Sunny Valerio la fatidica domanda:
- Come mai ha scritto proprio questa storia?
- Mi è venuta fuori come un fiume e solo quando ho scritto l'ultima parola dell'ultima pagina mi sono resa conto che forse avevo qualcosa dentro e che adesso è lì, tra le vostre mani.

Trovare il book trailer del libro qui.


giovedì 7 maggio 2020

recensione QUANDO CUPIDO TIRA FRECCE - Tiziana Pagano


Titolo: Quando cupido tira frecce, e anche brutti scherzi!
Autori: Tiziana Pagano
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui

Alzi la mano chi non ha pensato almeno una volta che Cupido fosse contro di lei/lui, o che si divertisse a fare dispetti e.. brutti scherzi!

Lucrezia lo pensa spesso sapete? Giovane appassionata di storia, mamma a tempo pieno ed ex moglie senza rancori. Per mesi sola e senza pensieri, a parte la sua adorata bambina, finché non si accende la scintilla di un ritorno di fiamma con il suo ex marito Roberto, proprio quando anche Riccardo, un affascinante produttore di vini, eserciterà il suo fascino sulla giovane donna. Chi avrà la meglio?
In parallelo, ci verrà raccontata anche la storia di Isabelle e Francois, ambientata nel ‘700 a Parigi, ai tempi della presa della Bastiglia, con una rivoluzione francese a far da sfondo, ricca di amore ma anche di sofferenze.

Per la costituzione delle rette parallele che, come da definizione geometrica, viaggeranno senza mai incontrarsi, sarà quindi necessario fare un piccolo appunto: queste due storie, ad un certo punto, troveranno la propria retta trasversale che, come un vero e proprio filo conduttore, attraverserà le due storie. Un po’ come quella freccia che Cupido scaglia per far nascere l’amore, anche se qualche volta sbaglia la mira. Ma è sbagliando che si impara, vero?



Con uno stile di scrittura semplice, un linguaggio fruibile e una trama scorrevole, Tiziana Pagani ci narra una storia leggera e carina, con vari riferimenti storici (per ovvi motivi) che si intrecceranno perfettamente alla narrazione dei giorni nostri.
Un romanzo per chi ha voglia di passare qualche ora in piacevole compagnia, per chi ha voglia di immergersi in una storia di piacevole lettura, per chi ha bisogno di rilassarsi sul divano con un buon libro e magari anche quella ciotola di cookies fatti in casa (ricetta qui).



recensione TIMOTHY WALTON E L'OSPEDALE DEI VAMPIRI - Manuela Bassetti

Titolo:  Timothy Walton e l'ospedale dei vampiri Autore:  Manuela Bassetti Casa Editrice:  Errekappa edizioni Genere:  libro per bambini...