sabato 29 dicembre 2018

recensione TI VEDO ANCORA - Daniela Romano



Titolo: Ti vedo ancora
Autore: Daniela Romano
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui

Quando mi trovo tra le mani un libro di questa mole di pagine, è come se mi trovassi ad un bivio.
Ci sono solo due possibilità, nessuna via di mezzo, niente mezzi termini: o sarà una lettura esageratamente lunga e noiosa, con un evidente tentativo dell'autore di allungare il brodo, oppure c'è davvero così tanto da raccontare e quindi sarà una lettura ricca e incalzante.
Ho aperto il libro, ho letto la prima pagina, ho capito in che direzione sarebbe andata questa storia, ho capito che Daniela Romano ha fatto nuovamente un buon lavoro.

Le pagine sono tante, è vero, ma vi assicuro che mentre lo leggerete non ve ne accorgerete, anzi: alla fine vi sembreranno anche poche, perché vorreste continuare a leggere di questi due ragazzi, della loro vita e di tutto ciò che succederà.
Ho letto questo libro con la stessa curiosità che mi ha spinto ad approcciarmi al primo volume della trilogia (recensione qui), ma questa volta c'era qualcosa in più.
C'era che conoscevo già il modo di scrivere di Daniela e ne ero già rimasta piacevolmente colpita.
C'era che mi ero già innamorata di Dean e Jules e facevo il tifo per loro.
C'era che non avevo la più pallida idea di come si sarebbe potuta evolvere la storia, perché credevo di sapere tutto già con il primo libro.

E' stata tutta una scoperta, pagina dopo pagina, Daniela ci racconterà di Jules e Dean, della loro quotidianità, di quella che potrebbe essere la vita di ognuno di noi.
Ed è proprio questo elemento che ho particolarmente apprezzato di questa storia, perché c'è tanta realtà e poco romanzo, ci sono persone comuni, con i loro pregi e i loro difetti, con le loro qualità e i loro limiti, ci sono due persone nel quale non sarà difficile rispecchiarsi.
Una storia meno altalenante del primo capitolo della trilogia, ma ugualmente travolgente.
Un libro ricco di colpi di scena, parole non dette, baci rubati.
Una trama intrecciata, nel pieno stile di una Daniela Romano che appare maturata rispetto al primo libro, senza mai perdere però i tratti distintivi della sua scrittura.

Si parlerà di famiglia, amicizia, gelosia, problemi di coppia, ma si parlerà anche di amore e di perdono.
Lotteremo al fianco di Jules con le unghie e con i denti per il proprio amore, anche andando contro se stessa.
Abbracceremo Dean quando sapremo che starà per fare qualche cavolata, ma anche quando si sentirà distrutto, perché avrà bisogno del sostegno di ognuno di noi.
Ma soprattutto, sogneremo un po di ciel sereno per questa giovane coppia, alla quale il destino sembra riservi tanti temporali, perché quando due persone sono così diverse, gli scontri saranno inevitabili.

Consiglio di leggere questi libri a chi ha voglia di un romance fresco e reale, ma anche a chi vuole sognare ma è consapevole che non sempre il destino sarà dalla propria parte.








giovedì 27 dicembre 2018

recensione ABSENCE, L'ALTRO VOLTO DEL CIELO - Chiara Panzuti


Titolo: Absence, l'altro volto del cielo
Autore: Chiara Panzuti
Casa Editrice: Fazi editore
Genere: Fantasy
Link D'Acquisto: clicca qui

Se il primo libro mi ha conquistata, questo mi ha fatto innamorare.
Continua quell' assurdo gioco di cui ci ha raccontato Chiara Panzuti con il primo volume della trilogia (recensione qui), quel gioco che per i protagonisti è ormai diventato la realtà.
Una realtà dalla quale purtroppo, a distanza di un mese, ancora non riescono a dissociarsi.

Nuovi biglietti per loro, nuove coordinate e nuove lotte.
Un viaggio che tocca tutti i punti cardinali, da Nord a Sud e poi Est e Ovest.
Un viaggio con nuovi temporanei alleati.
Un viaggio alla scoperta di shoccanti notizie.

Chiara Panzuti, ci renderà nuovamente dipendenti da questa storia fantastica. Ammetto infatti, che durante la lettura ho avuto un pensiero costante: la bellezza della mente umana capace di scrivere un libro dalla trama così contorta e sorprendente in ogni parola.
Una storia dinamica, travolgente e scoppiettante. Ogni pagina ci farà tenere il fiato sospeso, ma soprattutto la leggeremo con gli occhi ben aperti assetati di curiosità.
Perché non si può leggere questo libro senza diventar parte integrante della storia, non si può non amare la scrittura di quest'autrice, non si può non arrivare all'ultima pagina con la tristezza di dover aspettare la pubblicazione dell'ultimo capitolo della trilogia.

Faith conoscerà inquietanti segreti, aprirà il suo cuore e diventerà più forte di prima.
Gli effetti collaterali dell'NH1 infatti, sembrano non avere conseguenze negative su di lei. Al contrario di quello che invece succede agli altri della squadra Gamma.
Quelli dei Beta invece, continueranno a lottare contro gli Alfa, credendo di essere solo in due a giocare questa battaglia.
Ma i componenti degli Alfa, sanno bene chi è realmente il proprio nemico.

Un gioco inquietante, del quale inizieremo però finalmente a capirci qualcosa.
Una storia unica e particolare, nel quale ogni piccola cosa sarà una scoperta.
Un libro che ci farà aprire gli occhi e ci porrà dinanzi alla cruda realtà, mostrandoci quell'altro volto del cielo che abbiamo trascurato per molto tempo.


































giovedì 20 dicembre 2018

recensione A UN PASSO DAL CUORE - Daniela Santelli


Titolo: A un passo da cuore
Autore: Daniela Santelli
Casa Editrice: Bertoni Editore
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui


"A un passo dal cuore" mi ha insegnato che vale sempre la pena lottare e non bisogna mai mollare.


Daniela Santelli ci racconta la storia di Giulia, giovane avvocato in carriera, intraprendente e determinata sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni. 
Ma la sua routine verrà stravolta quando, in tribunale, incontrerà Stefano, il tipico avvocato "bello e dannato".
Quindi come ogni romance che si rispetti, ecco che compare il cliché caratteriale dei protagonisti: a mio parere piacevole e mai noioso o ripetitivo.

Tra le pagine di questo libro vi innamorerete di Giulia, del suo forte carattere e della sua voglia di conquistare Stefano.
I due protagonisti, vivranno una storia altalenate, ricca di colpi di scena, una vicenda travagliata e forse un po insolita, perché l'autrice ci racconterà di un amore unidirezionale, basato su infiniti perdoni e ripensamenti.

Leggendo questo libro, verrete incantati dalle lunghe pagine che vi faranno vivere e comprendere l'amore, quanto una persona possa essere disposta a tutto pur di arrivare al proprio obiettivo, pur di riuscire a conquistare l'uomo dei propri sogni.

Amore a parte, Daniela, nel suo romanzo, lascia grande spazio all'amicizia e alla sua importanza nella vita di ognuno di noi. Quell'amicizia vera e senza filtri, quell'amicizia che ti rassicura perché sai che avrai sempre qualcuno su cui poter contare, quell'amicizia che potrà salvare.

Daniele ha scritto di Giulia, raccontando indirettamente anche di molte donne che, come lei, accecate da un sentimento particolarmente forte, si ritroveranno a mettere in secondo piano se stesse.
Una nel quale è palpabile la sofferenza e delusione, ma anche la voglia di prendersi una rivincita e riscattare se stessi, perché bisogna amarsi prima di amare.

E' stata una lettura che mi ha catturata sin dalle prime pagine, la storia mi ha totalmente coinvolta e il finale... è stato sorprendente!
Un romanzo scorrevole e piacevole, uno di quelli che coccolano senza costruire castelli di carta, uno di quei libri perfetti per farvi compagnia in questi freddi pomeriggi.


- libro letto e recensito dalla mia contributor  Irene Mancuso.





domenica 16 dicembre 2018

recensione TUTTO QUELLO DI CUI HO BISOGNO - Deborah Ferraiuolo


Titolo: Tutto quello di cui ho bisogno
Autore: Deborah Ferraiuolo
Casa Editrice: Ultra Edizioni
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui

Si dice che l'amore sappia colpire quando meno te lo aspetti e soprattutto, chi non ti aspetti.
Aurora James è una ragazza dolce con quella irrefrenabile voglia di innamorarsi, ma non di un amore qualunque, no! Lei vuole quello delle favole.
Peccato che la sua strada è pronta a scontrarsi proprio contro il suo nemico giurato di una vita, il fratello della sua migliore amica, Daniel Myers, il latin lover per eccellenza. 
Tra i due non c'è mai un momento di pace, è un continuo litigare e discutere, finché una sera, Aurora non si troverà a dividere il suo spazio vitale con il suo acerrimo nemico. 

Ci vuole un attimo a trasformare un'accesa discussione in un altrettanto acceso incontro. 
Tra baci e carezze, Aurora si farà condurre verso quella strana follia e l'unica promessa da non infrangere per entrambi è: non innamorarsi. Tra gelosie, incontri e discussioni, l'amore e le incomprensioni viaggiano su due strade parallele, pronte prima o poi a collidere nella stessa via, l’avrà vinta la ragione o l’amore?

La storia si sviluppa tra il punto di vista di Daniel e quello di Aurora, permettendo così al lettore di avere una visione completa su due punti di vista.
Deborah Ferraiuolo, con questo romanzo, ti condurrà all'interno di ogni capitolo per mano, inserendoti nel contesto con frasi d’apertura tratte per lo più da canzoni. 
Il romanzo si muove all'interno di due periodi importanti: il primo che vede i due ragazzi alle prese con la scuola e l'odio reciproco, e il secondo cinque anni dopo, dove il loro rapporto ha preso tutt'altra piega, evolvendosi fino a diventare quello che tutti ci aspettiamo... l'amore. 

Nello scorrere della storia la scrittrice oltre all'evoluzione del rapporto dei due protagonisti, fa compiere anche una crescita evidente ai personaggi, senza mai fargli abbandonare i loro caratteri, quelli che li contraddistinguono sin da subito.
Daniel per esempio, oltre ad essere un ragazzo dall'aspetto ribelle, è estremamente sensibile; a caratterizzare il personaggio sono quei suoi sogni premonitori che lo vedono catapultato già da adolescente anni avanti. 
Aurora d'altra parte, con quella testardaggine e la voglia di vivere attraverso il suo modo di guardare e dipingere. 

L'autrice è riuscita a catturare l'attenzione del lettore sin dalle prime pagine, con quel fluire dettagliato ma mai noioso rende reale ogni scena, permettendo a chiunque di immedesimarsi nei personaggi, anche in quelli secondari, mai lasciati al caso.
A fare da sfondo a quest'amore travagliato, ci sarà proprio la famosa ruota panoramica che accompagnerà i momenti che ho più apprezzato dei nostri "Auriel". L'autrice è riuscita a destreggiarsi in una storia che poteva apparire il solito cliché, rendendola unica e ricca di preziose emozioni. 

Consiglio questo romanzo a chi crede nell'amore, quello che combatte contro corrente, quello che supera ogni limite, come le vertigini, pur di restare accanto alla propria anima gemella.

“L'amore è darsi senza pretendere nulla in cambio. È spontaneo, gentile. È un fuoco che ti infiamma il cuore e stordisce i sensi.”

- libro letto e recensito dalla mia contributor  Elisa Crescenzi.



giovedì 13 dicembre 2018

recensione ANDIAMO A VEDERE IL GIORNO - Sara Rattaro


Titolo: Andiamo a vedere il giorno
Autore: Sara Rattaro
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Narrativa
Link D'Acquisto: clicca qui

"Andiamo a vedere il giorno" è quel libro perfetto da scartare sotto l'albero il giorno di Natale.
E' quel libro che profuma di amore, di famiglia, di casa.
E' quel libro che ti ruba il cuore e lo tiene stretto fino alla fine.
E' quel libro che a volte vi farà anche paura, per la mole di verità che ci sono scritte.

Sara Rattaro non scrive di una famiglia perfetta, bensì di una famiglia solida e di grandi braccia sempre pronte a stringerti in abbraccio.
Scrive di Alice, una figlia perfetta e una sorella modello, sempre attenta alle regole e agli altri; scrive di Matteo, un ragazzo nato sordo che adesso vive da solo lontano da casa e si è anche fidanzato; ma scrive anche di Sandra e Alberto, due genitori sempre attenti per i propri figli, con un passato complicato che sembra non sparire mai del tutto.

Forse è vero che maggiori sono il peso delle responsabilità, tanto più è la paura di deludere.
E' per questo che Alice, quando crede le stia crollando tutto addosso, decide di fuggire per prendersi del tempo.
Del tempo per riflettere, per trovare le risposte che sta cercando da mesi, per prendersi del tempo per se stessa.

Ma si sa che il cuore di una mamma sa sempre dove cercarti, ed è per questo che Sandra la raggiungerà sul volo diretto a Parigi, perché ha capito che c'è qualcosa che non va e non ha intenzione di lasciarla sola.
E' per questo che Alice e Sandra si ritroveranno inaspettatamente a partire per un insolito viaggio alla ricerca di qualcuno.
E' per questo che Alice inizierà a chiarirsi le idee, sulla sua vita e su quella di qualcun altro, sempre con la mamma accanto a lei.

Sara Rattaro, con questo libro, mi ha confermato la sua agghiacciante capacità di leggere in ognuno di noi, mi ha nuovamente dimostrato la sua forte empatia e sensibilità.
Questo è un libro che si legge in poco tempo, ma che resterà nei pensieri del lettore per parecchi giorni. E' una storia capace di emozionare come poche e soprattutto, è la storia di ognuno di noi che come Alice, si ritroverà prima o poi ad affrontare un momento di totale smarrimento, ma la bellezza è tutta nella certezza di avere qualcuno al quale aggrapparsi.

La scrittura di quest'autrice mi incanta ogni volta, per la sua semplicità e perfezione.
Le indubbie qualità narrative non smettono mai di farmi innamorare delle sue storie. 

Sarà una bellissima lettura per chi ha già letto "Non volare via" e si era già innamorato dei personaggi, infatti son certa che ne apprezzeranno anche questo seguito.
Ma non ho alcun dubbio neanche per chi, come me, non ha letto quel precedente romanzo di Sara: perché farsi coinvolgere da questa storia sarà inevitabile.




martedì 11 dicembre 2018

recensione MAGICHE METAMORFOSI - Alessandra De Angelis


Titolo: Magiche metamorfosi
Autore: Alessandra De Angelis
Casa Editrice: Capponi Editore
Genere: Narrativa
Link D'Acquisto: clicca qui

Non so se lo fate anche voi, ma io, nonostante periodicamente mi organizzi le letture, finisco sempre per non rispettarle.
Mi piace avere la libertà di scegliere quel libro che in quel momento mi stia colpendo, così... a sensazione.
E' stato quello che è successo qualche giorno fa, quando ho guardato la mia libreria e ho visto lui: Magiche metamorfosi. Ho subito capito che sarebbe stato il libro ideale per questo periodo della mia vita, un po' titubante e particolare, ma mai avrei immaginato che potesse parlar di me.
La bellezza di questo libro infatti, credo bisogna ricercarla nella sua capacità di essere così universale nella sua unicità.
"Magiche metamorfosi" è un libro che scaverà nel profondo di ognuno di noi, sapendo già i punti su cui soffermarsi per colpisci in pieno.
E' un libro dalle innumerevoli sfumature, che racchiude l'umile certezza che sarà unico per chiunque lo leggerà, perché ognuno vi troverà il proprio significato, le proprie risposte, la propria inimitabile sfumatura di colore.  
Un libro che non si fa scrupoli a metterci dinanzi alla realtà, ma che al tempo stesso ci prende per mano e ci accompagna in questo viaggio come solo un amico fedele può fare.

Alessandra De Angelis, ci racconterà in un viaggio metaforico che, come scrive lei stessa, viene affrontato da una donna stanza di reprimere i propri sogni e decide allora di salire sul treno a vapore della sua vita e di partire. 
Alessandra, con la sua estrema sensibilità, scriverà di donne comuni, di progetti lasciati a metà, di dolore per gli insuccessi ma anche di gioia per le conquiste, di amore e rancore.
Ma Alessandra ha parlato anche di arte, di filosofia, di musica, di bellezza. Ha parlato del difficile rapporto madre-figlia, spesso in contrasto tra loro, seppur sia immenso il bene che provano l'una per l'altra. Quel conflitto che solo due forti personalità sono in grado di generare.
Ha parlato del peso e della responsabilità di avere il nome della zia perfetta che sapeva seminare e raccogliere amore, al quale purtroppo un tumore ha strappato la vita in giovane età.
Ma soprattutto, ha parlato della costante ricerca di felicità dell'uomo, della voglia di riscoprire se stessi, di farlo in autonomia e di eliminare quella maledetta paura di essere giudicata.

Questo è uno di quei libri da leggere con estrema attenzione, armati di una matita ben appuntita, per poter sottolineare quelle frasi che vi rispecchieranno, perché vi assicuro che saranno ovunque.
Quindi se qualcuno mi chiedesse "ne consigli la lettura?" vi risponderei senza alcun dubbio di Sì.
Ma vi direi anche di leggerlo con calma, di concedervi del tempo per gustarne a pieno ogni singola pagina.

domenica 9 dicembre 2018

recensione CREDI. AMAMI, FINCHE' POSSO AMARTI - Livia Snow


Titolo: Credi. Amami, finché posso amarti
Autore: Livia Snow
Casa Editrice: Un cuore per capello
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui

Tutte le nostre amate fiabe cominciano con un “c’era una volta”, ma questa non è una come le altre, questa è la storia di Adam, del suo amore e della sua malattia.

Leggendo questo libro ci troveremo catapultati in una storia che a primo impatto sembrerà già scritta, ma che con lo scorrere delle pagine farà ribaltare il proprio modo di vedere ogni cosa. 

Adam è gravemente malato, la sua vita è ormai appesa ad un filo, o meglio a quella rosa di cui sua madre gli raccontava sempre da bambino, “una rosa per una vita”.
Attraverso un crocevia, il protagonista ci permetterà di entrare in punta di piedi nella sua vita, di sentire quel dolore struggente che lo sta travolgendo.
È notte fonda quando Adam decide di rapire la dottoressa Amelia dall'ospedale. 

Attraverso il loro viaggio, il lettore si troverà a vivere pagina dopo pagina le numerose emozioni del protagonista: dal dolore alla paura di non farcela, ma anche l’amore… quello smisurato e spontaneo verso Amalia che, involontariamente, lo sta accompagnando mano nella mano in quest’avventura. 

Le parole di quella fiaba che la mamma gli raccontava da bambino, non fanno altro che tormentare Adam, quasi fino a condurlo sull'orlo della pazzia, finché non vedrà negli occhi della sua compagna, la stessa luce da cui viene investito nell'udire quelle parole. 


Sarà quindi con questa nuova consapevolezza, che anche Amelia comincerà a lasciarsi andare a nuove emozioni. 
Sarà quindi un viaggio alla riscoperta di loro stessi, del loro amore e della vita, perché l'unica certezza di Adam, è che vuole continuare a vivere, perché vuole restare accanto a lei.


Livia Snow con questo romanzo è riuscita a catturare completamente la mia attenzione. La storia è molto scorrevole e mi son ritrovata a divorare una pagina dopo l'altra senza rendertene conto. 
Con il suo stile semplice ma incisivo, l’autrice è riuscita a trasmettermi ogni dolore di Adam, ogni frustrazione per il gesto compiuto verso Amalia e la voglia di farcela, la voglia di restare su questa terra, la voglia di vedere un altro giorno. 

La rosa è stato da subito per me, l'emblema di questo romanzo. Forse perché mi ha ricondotta da subito a Il piccolo principe e a La bella e la bestia: due storie nel quale il valore di questo fiore, per amicizia e vita, è lo stesso che ha per Adam in un momento così difficile.

Consiglio quindi questo libro a chi riesce ad andare oltre alle parole, a chi si sofferma sui gesti, quelli che scaldano il cuore e l'anima, quelli che riescono a tenerci ancorati tanto alla vita vita quanto all'amore.

- libro letto e recensito dalla mia contributor  Elisa Crescenzi.



mercoledì 5 dicembre 2018

recensione GLI EREDI DELLA TERRA - Giulia Ottoni


Titolo: Gli eredi della Terra
Autore: Giulia Ottoni
Casa Editrice: Albatros il Filo
Genere: Fantasy
Link D'Acquisto: clicca qui


"Gli eredi della terra" è un libro fantastico e l'autrice è stata formidabile riuscendo a scrivere tutto questo. Un fantasy che, come scritto nel titolo stesso, parla della nostra madre Terra, ma anche della magia.

I genitori di Lodovico e di Axel sono morti in seguito ad un'epidemia che ha contagiato tutto il paese, così decidono di fuggire in Danimarca, arruolandosi nell'esercito danese.
Entrambi sono maghi ma nessuno gli ha mai insegnato ad usare il proprio potere. Al contrario invece, hanno sempre dovuto reprimerla per sfuggire ai controlli dell'Inquisizione: un'organizzazione che sa come combattere la magia e innalza l'odio umano verso ogni tipo di creatura magica (dagli strgoni ai alle fate, dai centauri alle sirene), sterminandola. 
Lodovico e Axel dovranno compiere una missione per salvare il loro mondo, ma per far ciò dovranno girare in lungo e in largo per trovare le quattro specie magiche necessarie per la buona riuscita del loro piano.

D'altra parte invece, nelle Alpi, abbiamo la bellissima Titania che nasconde un segreto troppo grande per lei, di cui non riesce a captarne a pieno l'importanza: è una fata. 
Verrà data in sposa ad un ragazzo di un villaggio vicino a quello in cui abita lei, con il quale formerà una splendida famiglia e darà alla luce due magnifici bambini. 
E' la sorella prediletta del suo fratello maggiore Aaron che pur di proteggerla farebbe di tutto, anche ciò che va contro la sua morale o la sua fede.

Inevitabilmente le strade di tutti i personaggi si incontreranno, ma le motivazioni non saranno banali e tanto meno prevedibili. 
La narrazione è molto scorrevole, nonostante sia ricca di descrizioni che non annoiano, bensì appassionano, rendendone la lettura emozionante e coinvolgente.

Mi sono innamorata di questo mondo magico sin dalle prime pagine, entrando subito nel vivo della storia e iniziando già a provare quel sentimenti di odio verso quella crudele Inquisizione capace di seminare solo orrore e raccogliere morte.
Leggendo, in alcuni momenti, sono entrata talmente tanto nella scena descritta da Giulia Ottoni, che ho esultato rimanendo quasi senza fiato, sentendo sulla mia pelle ciò che l'autrice aveva
riportato tra le righe, facendo mie le emozioni dei personaggi... e che emozioni!

Alla luce di tutto ciò quindi, son certa non vi stupirà che Gli eredi della terra si sia perfettamente collocato tra i miei libri preferiti e sono certa che numerose volte mi ritroverò a sognare ancora una volta tra le sue pagine, a combattere le battaglie di Lodovico e Axel, a dare forza a Titania quando si sentirà sola e non ascoltata, a vivere l'amore che sboccia inaspettato come se fosse sempre stato in

attesa di quel momento.


E' stata una lettura così intensa, che quando ho letto l'ultima pagina non ho potuto far altro che essere triste e vuota ora che non avevo più questa storia da vivere, che ormai era parte della mia quotidianità.
Così, parlandone con l'autrice, mi ha suggerito di leggere La figlia della leggenda che nonostante lei lo abbia scritto cronologicamente prima di questo, in realtà ne è il seguito.
All'inizio di questo articolo vi ho detto che Giulia è un'autrice formidabile, e questo contorto e stupefacente modo di scrivere e collocare le proprie storie, secondo me, ne è la conferma.



mercoledì 28 novembre 2018

recensione DOMINION, IL FIGLIO DEL FUOCO - Alice Twiss


Titolo: Dominion, il figlio del fuoco
Autore: Alice Twiss
Casa Editrice: Genesis Publishing
Genere: Fantasy
Link D'Acquisto: clicca qui

Quanto si può essere stufi, delusi, arrabbiati del solito mondo e immaginare di voler andare da un'altra parte, in un altro luogo, lontano dai problemi?

Ecco quello che è successo a Josh: sconvolto dalla morte del padre, il ragazzo inizierà a credere di impazzire o di esserlo già, ad avere le allucinazioni e fare strani incubi.
Incontrerà anche due strane persone, che lo accompagneranno i questa insolita avventura: una ragazza di nome Haren e Alan, un uomo. I due, provengono da un altro mondo, ricco di pericoli e insidie, nel quale Josh è l'erede del Dominio del Fuoco.

Descritto così, potrà sembrarvi un fantasy già letto e riletto tante volte, ma vi assicuro che non è così.
Una storia interessante, spiritosa, leggera e ricca di effetti sorpresa.
Un storia nella quale l'avventura si unisce alla forza dei legami.
Una storia con personaggi formidabili, ricchi di elementi caratterizzanti ben distinti.

Durante la lettura, ho colto un messaggio sicuramente soggettivo, ma che vorrei condividere con voi: ho rafforzato la mia idea che anche quando una persona muore, essa lascerà un retaggio ineguagliabile e non smetterà mai di essere nel tuo cuore.

Questo libro ti scalda la giornata, ti trasporta in un mondo nuovo e diverso, ti lascia sorpreso e ti riempe di domande.
E' uno di quei libri che ti colpisce fin da subito.
Uno di quelli che senza troppi pensieri, entra subito in wish list.

- libro letto e recensito dalla mia contributor Sara Perego.






mercoledì 21 novembre 2018

recensione IL GRIGIO DEL FUMO - Daniele Sartini


Titolo: Il grigio del fumo
Autore: Daniele Sartini
Casa Editrice: Castelvecchi
Genere: Narrativa
Link D'Acquisto: clicca qui

Il grigio del fumo è un libro che parla di amicizia, dolore, vittorie e sconfitte.
E' la storia di Sonny, un ragazzo di 26 anni orfano di padre e recentemente anche di madre.
E' "il bisogno di giocare a biliardo, di avvicinare il naso al panno verde e respirare il fumo altrui".

Sonny lavora come lavapiatti in un ristorante e nel tempo libero gioca a biliardo nello storico bar Mirò, finchè un giorno non viene "notato" da Samsung, un bangladese che vende rose che spera un giorno di poter tornare a casa dalla moglie ed i figli.
Samsung capisce subito, dal primo sguardo, che Sonny ha del talento, ed è per questo che decide di puntare su di lui.
Inizia così un rapporto di lavoro nel quale Samsung procura importanti partite e Sonny gioca mostrando le sue qualità, andando fino a New York per poter guadagnare un maggior numero di soldi e mettersi alla prova con persone molto più preparate.
Ma tra i due si instaurerà presto un'intesa che va oltre un tavolo da biliardo, un'amicizia pura e senza veli, una forte empatia verso l'altro.

Un libro che racconta la realtà del biliardo in tutte le sue sfaccettature, da quella innocente di una partita per svagarsi un po', a quella più cruda e oscura dell'illegalità.
Un libro che vi farà trattenere il respiro attendendo la mossa dell'avversario, che vi farà sorridere con i due protagonisti, e vivere la bellezza di New York.
Un libro che parlerà anche del cancro, della sofferenza per la morte di una persona casa e della difficoltà nel riscattarsi.

Daniele Sartini, con le sue semplici parole, ci immergerà in un mondo reale, non lontano dai nostri occhi.
Un mondo nel quale ognuno sta lottando per la propria battaglia e la fortuna non è avere un problema meno grave di altri, ma potersi voltare e trovare accanto una persona che ci sostenga in questa lotta.
Una persona che anche per pochi istanti, mette da parte i propri pensieri per soffermarsi sui vostri.
Una persona che resta lì qualunque cosa accada, che non ascolta le vostre orribili parole dette in un momento di rabbia, che vi abbraccia quando vorreste esser lasciati soli.

Una lettura che affronta temi importanti sullo sfondo di una partita a biliardo, che vi farà fermarvi per riflettere e vi ricorderà che anche se sarà difficile, bisogna rimboccarsi le maniche e avere il coraggio per guardare oltre, perché qualsiasi cosa accada, la vita va avanti.


lunedì 19 novembre 2018

recensione COME CHI SI AGGRAPPA AL FILO DEI RICORDI - Sara Masvar


Titolo: Come chi si aggrappa al filo dei ricordi
Autore: Sara Masvar
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui


Come chi si aggrappa al filo dei ricordi è un libro che parla di amore, di amicizia, di vita.
E' la storia di Sofia, una ragazza in fuga continua, dagli altri ma anche da se stessa, dalle proprie paure.
L'unica cosa che riesce bene a fare è rivestirsi dopo una notte passata a letto con il primo che capita e lavarsi sotto l'acqua calda, lasciando scivolar via tutto quello che è successo, illudendosi ancora una volta che sta bene e che è contenta così.

L'incontro con la sua migliore amica Silvia, un aperitivo come tanti, nella bellissima Milano, si trasformerà invece in una completa rivoluzione della sua vita.
Silvia le comunica che a breve si sposerà e le farebbe piacere averla al suo fianco, avere il suo aiuto nella preparazione di quel magico giorno che ha tanto aspettato.
Sofia decide così di accettare l'invito di Silvia di lasciare per un po Bologna, restando a vivere a Milano in un appartamento di proprietà del futuro marito dell'amica. 

A tutto questo, bisogna aggiungere però un altro grande evento inatteso: sarà il ritrovamento di una lettera a convincere Sofia e Silvia che è arrivato il momento di riunire il loro gruppo.
Quelle amiche che ormai non si vedono più da dieci anni, ognuna con la propria vita, sparse in città diverse.
Una rimpatriata necessaria, di quelle che non facevano da quell' ultimo giorno di vacanza dopo la maturità nel quale, tra le lacrime, si erano raccontate i loro progetti di vita.

In questo romanzo leggeremo della continua lotta con se stessi al quale nessuno può sottrarsi, perché prima o poi capiterà a ognuno.
Quando bisognerà scegliere di essere chi siamo realmente oppure diventare chi vorremmo essere, o magari riscoprire che guardando bene, le due cose coincidono.
Un libro che ci farà comprendere l'importanza di non arrendersi mai, di trovare sempre quella forza innata che ci permetterà di lottare.
Un libro che ci infonderà quel coraggio che abbiamo lasciato nascosto in un angolino della nostra anima.
Un libro che, lo ammetto, a fine lettura, mi ha anche lasciato un senso di nostalgia.

Sara Masvar, con le sue parole, mi ha fatto riflettere sull'importanza dei rapporti autentici che a volte trascuriamo o ignoriamo, ma che basta un ricordo, un'abitudine condivisa, o un gesto per ravvivarli.
Mi ha fatto riflettere sull'importanza delle piccole cose, sulla veridicità della frase "mai dare nulla per scontato", sulla voglia e la determinazione di riscattare la propria vita.

E' una storia ricca di messaggi importanti, che affronta temi di forte impatto emotivo, ma lo fa in modo leggero e divertente, senza mai cadere nel superficiale, e proprio questo stile dell'autrice, mi ha permesso di entrare in completa sintonia con i personaggi, trasportandomi interamente nella storia.

- libro letto e recensito dalla mia contributor Serafina Lomaisto.


sabato 17 novembre 2018

recensione UNDERGOUND LOVE, INDELEBILE - Martina Ingallinera


Titolo: Underground Love
indelebile (vol. 2)
Autore: Martina Ingallinera
Casa Editrice: Ultra Novel
Genere: Romance
Link D'Acquisto: clicca qui

Come abbiamo letto nel primo libro e come il titolo stesso ci rammenta, Elèna e Henry si sono conosciuti per caso nel vagone di una caotica metropolitana.
Si sa che nella vita, tutto dipende dalle nostre azioni, ma a volte il destino fa una piccola parte, perché è grazie ad una coincidenza se i due ragazzi si sono rivisti.
Inutile stare a raccontarvi la loro conoscenza e la bellissima storia d'amore, ma se volete saperne di più, vi rimando alla mia recensione del primo libro (clicca qui).

E' doveroso però dire che questi due ragazzi sono completamente diversi, due opposti in tutto, ma con una cosa in comune: l'amore che provano per l'altro.
Lui è figlio di un noto imprenditore londinese, è ricco e bello ed ha una seconda vita: quando chiude le porte del proprio ufficio, indossa un cappuccio e canta con i suoi amici della band Lost Lovers.
Elèna non avrà un conto in banca da far perdere la testa, non avrà una vita così eccitante, però è una ragazza amorevole, con un gran cuore e tanta voglia di essere felice; ma ha anche un ex fidanzato un po' particolare, soprattutto per la amicizie che coltiva da anni.

Anche in questo secondo volume leggeremo la tormentata storia di Elèna e Henry, ci ritroveremo a emozionarci nuovamente come la prima volta, provando rabbia e delusione, ma anche grandi sorrisi e farfalle nello stomaco.
Resteremo ancora una volta incollati alle parole di Martina Ingallinera, che con la sua scrittura ci farà divorare questo libro in pochissimo tempo.
Leggeremo di una storia ricca di alti e bassi, di una storia che nella sua finzione non ci fa mai allontanare dalla realtà, di una storia al quale il destino non ha riservato rose e fiori.

Ci sarà un'evoluzione di alcuni personaggi, altri si mostreranno per quelli che realmente sono, altri invece troveranno il modo per farsi perdonare.
Ci sarà la bellissima Londra, l'autrice ci catapulterà nelle sue bellissime strade addobbate nel periodo più bello dell'anno che è per me il Natale.
Ci sarà anche la musica, quella costante presente nelle vite di Henry, quella musica che riesce a salvare le persone, che riesce a farle sognare, ma anche prendere consapevolezza di nuove cose.
Un libro che si legge tutto d'un fiato, consigliato a chi cerca una storia young adult, nel quale non mancheranno i clichè dei romanzi rosa, ma con quel tocco di suspense e avventura che non guasta mai.
Una storia che conferma ancora una volta le capacità narrative dell'autrice e il successo ottenuto su Wattpad.










giovedì 15 novembre 2018

recensione IL CIELO DOPO DI NOI - Silvia Zucca


Titolo: Il cielo dopo noi
Autore: Silvia Zucca
Casa Editrice: Editrice Nord
Genere: Narrativa
Link D'Acquisto: clicca qui

Chiedetemi perché ho amato questo libro e vi dirò che sarà difficile elencarne tutti i motivi, ma ci proverò.
Chiedetemi perché Silvia Zucca mi ha conquistata e vi dirò che la sua penna è di una bellezza unica.
Chiedetemi perché questa storia è così interessante e vi dirò che è fantastico come la mente umana possa creare tutto questo.

Ho avuto il piacere di poter assistere alla presentazione di questo libro l'8 novembre al bellissimo Circolo dei Lettori a Torino, con la partecipazione dell'autrice Alice Basso.
Per questo motivo infatti, vi saranno diversi riferimenti a quell'intervista.


Silvia ci ha fatto aspettare tra anni dall'uscite del suo esordio prima di pubblicare questo libro.
E' apprezzabile come l'autrice riesca a districarsi su più generi letterari, passando da una commedia romantica quale Guida astrologica per cuori infranti del 2015 e arrivando poi alla narrazione de Il cielo dopo di noi. 
Dopo la prima stesura, Silvia ha decido di cancellare e rivere tutto il libro, modificandolo dalla prima pagina, perché lei dice che "scrivere significa esplorare" e per farlo serve impegno e determinazione.

Quando Alice Basso ha chiesto all'autrice cosa ci fosse in lei di questo libro, Silvia ha detto che ovviamente c'è tanto.
Dalla sua passione per i romanzi storici, infatti la narrazione del libro avviene su due dimensioni temporali (la seconda guerra mondiale e oggi), a quella per il vino, che lei descrive come l'unione della creatività dell'uomo e della natura.
Questa storia nasce da una personale esperienza dell'autrice: quando è morta sua nonna, svuotandone la casa, ha trovato una lettera che alludeva ad una seconda vita della nonna della quale lei non era a conoscenza. Costruisce così, con pura immaginazione, un triangolo affettivo tra la protagonista, il padre e la nonna paterna, dando vita poi a questo bellissimo romanzo.

Il cielo dopo di noi è la storia di Miranda, una ragazza alla quale è stata strappata via la madre troppo presto, e che si è ritrovata sola quando anche il padre e la nonna le hanno voltato le spalle.
Una ragazza che appena compiuti 18 anni decide di andare via ed interrompere qualsiasi legame con la sua famiglia
Una ragazza che un giorno, si ritrova la voce della sorellastra all'orecchio a chiederle aiuto, perché lei è l'unica che può trovare quel padre di 81 anni, scomparso nel nulla.
Iniziano così le ricerche di Mira, che tra le carte del padre, trova una lettera del 1944 indirizzata a sua nonna Gemma. Le basterà accendere il computer di suo padre per trovare nella cronologia la segnalazione di una località: Sant'Egidio dei Gelsi.
Un piccolo paesino nel quale il padre e sua nonna si sono rifugiati durante la grande guerra.

Un viaggio alla scoperta delle vigne piemontesi, di un passato che continua ad avere conseguenze sulla loro vita e qualcosa che invece è stato dimenticato.
Il racconto della seconda guerra mondiale dal punto di vista di umili persone che si son ritrovate coinvolte in questo grande conflitto, terrorizzate dagli eventi e impossibilitate a cambiarne le sorti.
Una guerra che ha distrutto tante famiglie, ma dal quale il mondo è rinato grazie alla forza di chi ha saputo dimenticare.

Silvia ci racconta della forza di questa gente, della crudeltà dell'essere umano, ma soprattutto che "nessuno è bianco o nero, perché ognuno ha le proprie sfaccettature, in questo libro come nella realtà".
Ci racconta l'importanza dell'amicizia, dei legami famigliari e dell'amore.
Ci racconta, con una scrittura impeccabile, l'importanza della storia, di conoscere gli eventi che hanno segnato le nostre città e le nostre vite, perché anche se lo si vorrebbe dimenticare, a volte questi non spariranno mai.

Un libro che mi ha conquistata fin dalla prima pagina, che mi ha subito catapultata nella vita di Miranda come in quella di Gemma e del suo piccolo Alberto.
Una storia completa, in tutti i suoi dettagli ed eventi.
Una lettura che promette ore di completo distaccamento della realtà, ma soprattutto importanti riflessioni guardando il cielo, quel cielo che ci hanno lasciato i nostri genitori, che stiamo vivendo e che poi lasceremo ai nostri figli; quel cielo che ha visto tutto, l'atrocità e i momenti felici, e che continua a risplendere nella sua immensa bellezza.

Consiglio questo libro a chi crede di aver perso tutto, a chi ha voglia di mettersi in gioco, ma anche a chi a semplicemente voglia di innamorarsi di una storia che non dimenticherà mai.

martedì 13 novembre 2018

recensione GRIGIO ARCOBALENO - Ilario Vannucchi


Titolo: Grigio arcobaleno
Autore: Ilario Vannucchi
Casa Editrice: Streetlib
Genere: Narrativa
Link D'Acquisto: clicca qui

Grigio arcobaleno è qualcosa di speciale, è quel particolare dettaglio che fa la differenza.

Ilario Vannucchi scrive un libro a quattro voci, quattro persone con differenti storie e personalità.
I nostri protagonisti infatti, sono:
- Alessandro, un insolito ragazzo abitudinario, non ama le novità e vive solo nel suo quartiere di Milano, perché andar fuori di esso gli incute timore. Quando gli si chiede di cosa si occupa nella vita, dice "mi occupo del tentativo di essere felice".
-
Maria, moglie, madre e figlia, ha difficoltà a coniugare il tutto, soprattutto da quando ha scoperto che il marito la tradisce. Una donna che nasconde la propria sofferenza per amore del proprio bambino.
- Flavio, ricco amministratore delegato dell'azienda di famiglia, single ma mai solo, si definisce "stronzo quando serve". Un uomo dalla forte personalità, grande autostima, che non si ripete mai.
- Crystal, nipote di Flavio, si occupa dei canali social dell'azienda di famiglia. Il padre è morto di infarto durante un viaggio in auto, la madre è andata in India per curare la depressione dopo il decesso del marito.

Come potete notare anche voi, non c'è nulla che colleghi queste quattro persone (a parte il legame familiare di Flavio e Crystal), ma in realtà scopriremo che son tutte intrecciate come gli anelli di una catena.
Ho apprezzato la dinamicità di questo libro, i colpi di scena e l'evoluzione dei personaggi.
Ho fatto il tifo per alcuni di loro, gioito per altri, sorriso per altri ancora.
Ho letto questo libro non sapendo cosa aspettarmi, ma ne sono rimasta piacevolmente colpita.

Come in qualsiasi libro, anche in questo ho trovato il mio personaggio preferito: l'enigmatico Alessandro.
Mi ha stupito e fatto riflettere il suo modo di vivere, ma mi ha anche sorpreso sul finale.
Credo che lui rispecchi un po' tutti noi: spaventati dal mondo esterno, così a volte preferiamo vivere nel nostro guscio, nel nostro territorio, perché forse pensiamo troppo.
Ognuno di noi, dovrebbe però fare come Alessandro, dovrebbe agire senza pensare qualche volta, lasciandosi trasportare dalla corrente delle emozioni e scoprire cos'ha in serbo per noi il futuro.

Una lettura piacevole e leggera, a tratti un po frettolosa, come se l'autore si fosse fatto coinvolgere dagli eventi, avrei preferito gustarmi di più questi personaggi che mi hanno conquistata.
Una trama intrecciata e non banale, le cui vicende si susseguono in modo naturale.
Un libro che pone il lettore dinanzi a numerosi spunti di riflessione, toccando i tempi più ampi.
Consiglio grigio arcobaleno a chi ha paura di fidarsi, ma anche a chi si fida troppo facilmente; lo consiglio a chi ha paura di innamorarsi, ma anche a chi crede nel colpo di fulmine; lo consiglio a chi ha paura delle novità, ma anche a chi è alla constate ricerca di nuove opportunità.


venerdì 9 novembre 2018

BLOG TOUR: ALICE NEL TE' E QUEL CHE NON ACCADDE! - Maria Perillo -- 5 MOTIVI PER LEGGERE IL LIBRO


Titolo: Alice nel tè e quel che non accadde!
Autore: Maria Perillo
Casa Editrice: Albatros il filo
Genere: Fantasy
Link D'Acquisto: clicca qui

"Alice nel tè e quel che non accadde" non è il sequel del celebre romanzo di Lewis Carrol, perché questa lettura non ci porterà alla riscoperta del Paese delle meraviglie, bensì ci renderà partecipi del viaggio interiore che farà la nostra dolce protagonista.
Maria Perillo infatti, ci narra di un'Alice cresciuta seppur ancora molto incerta, un'Alice che continua a sentirsi in adatta e che crede poco in se stessa, un'Alice che ancora una volta non sarà da sola in questo nuovo percorso, infatti ritorneranno il Cappellaio Matto, Brucaliffo, Stregatto, Bianconiglio e la Regina Rossa.

Un viaggio retrospettivo che ognuno di noi, prima o poi, si ritroverà a compiere nella propria vita.
Quel viaggio che ci permetterà di capire realmente chi siamo e chi vogliamo essere.
Quel viaggio nel quale, come sempre, testa e cuore non si daranno mai una tregua.
Quel viaggio talvolta doloroso poiché porterà alla luce tutte le nostre paure, ma necessario perché "se da sola non trovi il coraggio della tua vita, avrai solo un assaggio". 

Se queste mie parole vi hanno incuriositi almeno un po', vi lascio qui di seguito quelli che sono, secondo me, i 5 buoni motivi per cui vale la pena leggere questo libro.
1. è perfetto per i nostalgici di Alice di Lewis Carrol, perché il caratterino matto e distratto della nostra protagonista non svanirà mai.
2. è una lettura breve e piacevole, che durerà al massimo poche ore, ma vi farà ritornare con il pensiero a quel Paese delle meraviglie che tanto abbiamo amato.
3. è ricco di spunti di riflessione sull'importanza di credere nelle proprie capacità, di non cambiare la propria personalità per piacere a qualcun'altro.
4. insegna che nella vita non conta esser perfetti, ma l'importante è essere felici e non sprecare nemmeno un giorno, perché come diceva il papà di Alice, "devi scoprire ogni giorno almeno una cosa nuova. Non accontentarti delle favole raccontate dagli altri".
5. incita il lettore a rimboccarsi le maniche alla scoperta del proprio io, della propria personalità e del proprio equilibrio.



Concludo questo articolo, con le parole che l'autrice stessa utilizza a fine libro, prima di salutarci dopo questa particolare avventura:
"ad ogni singolo lettore auguro di trovare presto il proprio Paese delle meraviglie, anche a rischio di perder tutto ciò che di scontato possiede, perché la nostra vita è un gioco serio e ogni giorno deve essere un viaggio alla scoperta delle strambe meravigliose creature che siamo."












LIBERI - Alessandra Loreti


Titolo: Liberi
Autore: Alessandra Loreti
Genere: Raccolta di pensieri 
Link per download gratuitoclicca qui

"E' nella semplicità di un fiore che tutta la complessità della vita ritrova un senso."

Liberi è un libro diverso dal solito, al suo interno parole e immagini si alternano splendidamente, proponendo una lettura bella per gli occhi e per il cuore.
Alessandra Loreti ci delizierà con dei brevi racconti, dialoghi, ma anche pensieri sparsi e versi, senza dimenticarsi delle bellissime illustrazioni che accompagnano ogni pagina. 


Troveremo anche alcune frasi del suo precedente lavoro quel desiderio che sa di cielo (disponibile sia in cartaceo che eBook), ma soprattutto: le bellissime illustrazioni del progetto Zodiaco.


Sono una più bella dell'altra e io ne sono follemente innamorata.
Quello che vi ho appena pubblicato è il mio segno zodiacale: leone.

E' davvero una lettura breve, vi basteranno pochi minuti, ma a mio parere è super interessante e Alessandra è bravissima.
Quindi se vi ho incuriositi almeno un po, potete scaricare gratuitamente l'eBook a questo link: https://www.lafabbricadeisogniweb.it/liberi-alessandra-loreti-ebook-gratuito/?fbclid=IwAR3Z3pWU0hLXHmqxsvopCpDXVogQw-uNX6GU1oAFxLrYa2I_8TmDs9Minnw




sabato 3 novembre 2018

recensione L'ORSO - Claire Cameron


Titolo: L'orso
Autore: Claire Cameron
Casa Editrice: SEM
Genere: Narrativa 
Link D'Acquisto: clicca qui

"L'orso si basa sui miei ricordi e sulle ricerche che ho svolto su questo attacco,
i bambini sono una mia aggiunta".

Inizia tutto da una storia vera, quando nel 1991 una coppia è stata la preda di un orso bruno in una riserva naturale a pochi km da Toronto.
E' da questo fatto realmente accaduto che Claire Camern inizia a scrivere.
La linea che divide realtà e fantasia in questa storia non esiste, perché benchè la storia sia stata interamente inventata dall'autrice, è realistica esattamente quanto la brutale morte delle due vittime.

Un libro affascinante già da questa prima premessa, in cui l'interesse cresce a dismisura pagina dopo pagina.
Un libro ricco di messaggi importanti, di insegnamenti e di punti di riflessione.
Un libro scorrevole, mai noioso o banale; una storia che si legge con i brividi sulle braccia e gli occhi perennemente lucidi, con una mano sulla bocca e una sul cuore.

Raccontato in prima persona da Anna, una bambina di sole cinque anni che durante una vacanza sull'isola con il fratellino Stick ed i genitori, sarà costretta a crescere in fretta, in pochissime ore.
Una storia che descrive la paura di questa piccolina svegliata nel cuore della notte dalle urla dei genitori che lottano contro un grande cane nero, il senso di responsabilità verso il fratellino più piccolo che piange per la mancanza della sua mamma, lo shock di una bambina che non riesce neanche ad immaginare una morte così brutale per i suoi genitori, perché sa che torneranno, perché la mamma le ha promesso che la troverà ad aspettarla. 

Sono infiniti i miei elogi a quest'autrice, a partire dall'innovazione della trama, fino alla bravura di saper raccontare con gli occhi di una bambina, nel cui mondo non ci sono orsi ma grandi cani neri, dove una pozzanghera di fango diventa un laghetto di latte e cacao, e un pupazzetto rappresenta la sua unica forza.

Avevo alte aspettative su questo libro, così appena ho iniziato a leggerlo, ero felice di aver riposto tanta fiducia nella storia, perché il romanzo porta il lettore direttamente a scene brutali, con un dialogo madre-figlia che necessità di fazzoletti alla mano.
Poi però, ho pensato che dopo un inizio del genere, tutti i tentativi di mantenere alto il tono del racconto sarebbero stati vani. Ho avuto paura che riponendo queste grandi emozioni nelle prime pagine, qualsiasi espediente non avrebbe funzionato per far emozionare ancora il lettore.
Ma la verità è che non è successo nulla di tutto questo, perché la storia è scritta così bene da volerla leggerla tutta d'un fiato, in apnea, perché l'idea di respirare fa paura.
Perché Claire Cameron ha saputo sorprendere il lettore innumerevoli volte, ma soprattutto, gli ha saputo donare un finale straziante in un libro così drammatico. 


recensione IL TUO DESTINO E' SBOCCIARE - Stefano Pigolotti

Titolo: Il tuo destino è sbocciare Autore:  Stefano Pigolotti Genere:  Manuale romanzato Link D'Acquisto:  clicca quì &quo...