sabato 3 novembre 2018

recensione L'ORSO - Claire Cameron


Titolo: L'orso
Autore: Claire Cameron
Casa Editrice: SEM
Genere: Narrativa 
Link D'Acquisto: clicca qui

"L'orso si basa sui miei ricordi e sulle ricerche che ho svolto su questo attacco,
i bambini sono una mia aggiunta".

Inizia tutto da una storia vera, quando nel 1991 una coppia è stata la preda di un orso bruno in una riserva naturale a pochi km da Toronto.
E' da questo fatto realmente accaduto che Claire Camern inizia a scrivere.
La linea che divide realtà e fantasia in questa storia non esiste, perché benchè la storia sia stata interamente inventata dall'autrice, è realistica esattamente quanto la brutale morte delle due vittime.

Un libro affascinante già da questa prima premessa, in cui l'interesse cresce a dismisura pagina dopo pagina.
Un libro ricco di messaggi importanti, di insegnamenti e di punti di riflessione.
Un libro scorrevole, mai noioso o banale; una storia che si legge con i brividi sulle braccia e gli occhi perennemente lucidi, con una mano sulla bocca e una sul cuore.

Raccontato in prima persona da Anna, una bambina di sole cinque anni che durante una vacanza sull'isola con il fratellino Stick ed i genitori, sarà costretta a crescere in fretta, in pochissime ore.
Una storia che descrive la paura di questa piccolina svegliata nel cuore della notte dalle urla dei genitori che lottano contro un grande cane nero, il senso di responsabilità verso il fratellino più piccolo che piange per la mancanza della sua mamma, lo shock di una bambina che non riesce neanche ad immaginare una morte così brutale per i suoi genitori, perché sa che torneranno, perché la mamma le ha promesso che la troverà ad aspettarla. 

Sono infiniti i miei elogi a quest'autrice, a partire dall'innovazione della trama, fino alla bravura di saper raccontare con gli occhi di una bambina, nel cui mondo non ci sono orsi ma grandi cani neri, dove una pozzanghera di fango diventa un laghetto di latte e cacao, e un pupazzetto rappresenta la sua unica forza.

Avevo alte aspettative su questo libro, così appena ho iniziato a leggerlo, ero felice di aver riposto tanta fiducia nella storia, perché il romanzo porta il lettore direttamente a scene brutali, con un dialogo madre-figlia che necessità di fazzoletti alla mano.
Poi però, ho pensato che dopo un inizio del genere, tutti i tentativi di mantenere alto il tono del racconto sarebbero stati vani. Ho avuto paura che riponendo queste grandi emozioni nelle prime pagine, qualsiasi espediente non avrebbe funzionato per far emozionare ancora il lettore.
Ma la verità è che non è successo nulla di tutto questo, perché la storia è scritta così bene da volerla leggerla tutta d'un fiato, in apnea, perché l'idea di respirare fa paura.
Perché Claire Cameron ha saputo sorprendere il lettore innumerevoli volte, ma soprattutto, gli ha saputo donare un finale straziante in un libro così drammatico. 


Nessun commento:

Posta un commento

recensione COME CHI SI AGGRAPPA AL FILO DEI RICORDI - Sara Masvar

Titolo: Come chi si aggrappa al filo dei ricordi Autore:  Sara Masvar Genere:  Romance Link D'Acquisto:  clicca qui Come ch...